giu 27 2007

la registrazione obbligatoria (o silente) negli e-shop

Scritto da il 13:26 in e-commerce Stampa Articolo Stampa Articolo

Tempoe-commerce - il carrello on-line fa ne avevo parlato nel mio post è giusto doversi registrare per fare un acquisto?  oltre ad aver scambiato qualche parere sul blog di Alessio.

Come spesso accade in questi contesti, ci siamo trovati divisi fra favorevoli e contrari nel giudicare vera l’affermazione “richiedere una registrazione equivale a perdere le vendite” (magari senza accorgersene).  

Lo scorso 12 Giugno ho partecipato alla presentazione dei Risultati della ricerca sulle difficoltà di chi acquista on-line. Anche se la ricerca è stata condotta nel solo settore enogastronomico e alcuni risultati sono tipici di quel settore, è stato piacevole trovare un riscontro reale alle mie teorie/supposizioni. 

Dalla ricerca è emerso infatti che “L’obbligo della registrazione non è gradito a molti partecipanti” e che il 42% ha dichiarato che “preferirebbe non doverlo fare”.
C’è dell’altro ancora più interessante: dei siti oggetto di indagine solo uno permetteva di non registrarsi.
Il negozio on-line di Vendita Vino dell’amico Angelo ha ricevuto solo il 20% di registrazioni: significa che l’80% NON HA VOLUTO REGISTRARSI!

Questo dato conferma la mia convinzione che la registrazione debba essere una opzione concessa (possibilmente ripagata con un vantaggio.. anche un semplice sorriso in più o una newsletter di contenuti) ma mai obbligatoria. 
Alla luce dei dati evidenziati della ricerca, credo senza ombra di dubbio che si possa affermare che la registrazione non è gradita dal consumatore.

Rimane da capire come il consumatore valuta la prassi di registrazione silente attuata da alcuni e-shop.
Non è invasiva e probabilmente il consumatore neanche si rende conto di essere stato ‘schedato’, innegabilmente per il merchant porta vantaggi sia in termini di gestione dell’ordine che di handling dell’ordine oltre a permettere anche una analisi e profilazione dell’utenza del negozio.
Dall’altra parte però potrebbe non rispecchiare la volontà del cliente che accorgendosene potrebbe associare una esperienza negativa all’acquisto e quindi non tornare più nel negozio.

Considerato che i dati dimostrano che l’80% non si è registrato dove era permesso e non obbligatorio e che la metà dei nostri clienti preferirebbe non farlo, perché rischiare?

6 commenti

6 Risposte a “la registrazione obbligatoria (o silente) negli e-shop”

  1. fradefraon 28 giu 2007 at 19:33

    Credo anche io che una registrazione facoltativa sia la cosa più equilibrata.
    Su Visualdream.it è così e la cosa pare funzionare. Oltretutto non è che per questo sono aumentate le frodi. Tanto quelle ormai si attuano con sistemi completamente diversi e ci sono registrazione o no!

  2. Andreaon 28 giu 2007 at 20:11

    Ciao Francesco!
    Benvenuto nei miei ‘pensieri’…

    Su Visualdream.it quanti utenti decidono di registrarsi? E’ una percentuale simile a quella di everywine.biz?

  3. fradefraon 29 giu 2007 at 11:51

    Ciao Andrea.
    Chiedo, ma non credo sia altissima, dato che la maggioranza sono “primi clienti”.

  4. Fabioon 29 giu 2007 at 20:26

    sul nostro sito latshirt.it abbiamo optato da subito per la registrazione facoltativa. La percentuale di ordini ricevuti da clienti che non si sono voluti regitrare e’ del 26%, ma nel nostro caso indichiamo chiaramente i vantaggi nel potersi registrare (ad esempio seguire lo stato degli ordini)

    Ciao
    Fabio

  5. andreaon 05 lug 2007 at 08:42

    E allora cosa dire di amazon registrazione addirittura macchinosa e tempi di consegna biblici; non solo nessun numero o email dove chiedere info dopo l’acquisto…ah ecco la parola magica dopo l’acquisto…ad ogni modo ancora non capisco come si regga in piedi…

  6. […] signor Rossi ha comprato anche questo” e quando sei alla cassa non si sognano di farti registrare obbligatoriamente alla ‘Carta Fedeltà’ e (finalmente) non chiedono più un documento quando paghi con […]

Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento

Already a member?
Login
Login usando Facebook:
Passati da qui
E tutti gli altri...
Powered by Sociable!

Get Adobe Flash player
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: