set 26 2008

WI-MAX: finalmente è arrivata (non è gratis ma…)

Scritto da il 12:24 in e-life Stampa Articolo Stampa Articolo

E’ Linkem la prima società che propone WiMax in Italia e i prezzi sono assolutamente compatibili con le altre offerte di connettività banda larga. Sul sito Linkem ci sono diverse offerte per la wi-max. La entry è abbastanza interessante  perchè è una flat (nessun limite di tempo), ha 7Mega in down e 1Mega in up, modem radio. Da ottobre sarà possibile attivarsi on-line.

La copertura per ora è garantita solo in Lombardia e Puglia. Arriveranno presto Veneto, Lazio e Campania. Per chi viaggia è da valutare anche la possibilità di collegarsi gratuitamente negli Hot spot WiFi (600) sul territorio (aspetto importante e che la differenzia da altre proposte: non è più locale)

Rimango sempre dell’idea che la connessione ad internet sia un diritto e che debba essere fornita gratuitamente a tutti. Ci vorrà tempo ma vedrete che anche grazie a tecnologie come Wi Max presto ci arriveremo!

3 commenti

3 Risposte a “WI-MAX: finalmente è arrivata (non è gratis ma…)”

  1. Davidon 26 set 2008 at 12:47

    Ciao Andrea….

    da linkem sono stato scottato già una volta.

    Oltre 2 anni fa scrissi un post “trionfale” sull’arrivo di Linkem a San Felice (http://laltrasanfelice.blogspot.com/2006/09/hiperlan-ci-siamo.html)

    Dopo aver sopportato per un anno e mezzo un servizio caro (30 Euro/mese) e decisamente scadente sono passato ad un concorrente di Linkem, più piccolo ma più serio (Eolo)

    Da sei mesi ho una connessione stabile che mi permette di lavorare anche da casa.

    Spero di sbagliarmi, ma come si sul dire…. timeo Danaos … 😉

  2. Andreaon 26 set 2008 at 13:52

    non conosco nessuno dei due servizi se non per quello che si legge in rete. Non li ho provati e non posso giudicarli.

    Senza entrare in specifiche tecniche, di gradimento o di campanilismo, ci sono due differenze sostanziali da non sottovalutare: la mobilità (permettetemi l’uso improprio del termine) e la mancanza di ‘accessori’ necessari all’attivazione (antenna e cavi a router).

    Un unico contratto che userai liberamente dal posto in cui ti troverai (copertura permettendo si intende)

    Non faccio il tifo per linkem e non era intenzione fare pubblicità ad un servizio.
    Tifo per quanti ogni giorno, in qualsiasi forma e posto, contribuiscono alla diffusione della rete.

    Se conoscete altre iniziative come quelle citate, non avete che da segnalarlo qui nei commenti.
    Se ne conoscete di gratuite.. gli faccio un bel post! 😀

    Io con la rete ci campo! 😉

  3. Ste73on 08 lug 2009 at 09:56

    Ciao Andrea, leggo solo ora questo tuo commento alla risposta di David e quindi eccomi qua.

    La mancanza di accessori delle connessioni wimax proposte dai principali operatori è un elemento assolutamente NEGATIVO per una connessione di casa: se non metti un’antenna sul tetto come con EOLO (nota per David: EOLO non è più piccolo di Linkem, è decisamente il più grosso operatore nazionale radio 😉 ) non puoi avere banda minima garantita (infatti nessuno dei provider wimax che ha scelto questa strada la dichiara! La cosa va letta nel modo più “grave”: se il modem è in casa non puoi avere certezza che la linea funzionerà nel modo corretto e con le giuste prestazioni! Le incognite sono troppe.

    Quanto al Wimax in mobilità … ti ricordo che il ministero nn lo consente … 😉

Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento

Already a member?
Login
Login usando Facebook:
Passati da qui
E tutti gli altri...
Powered by Sociable!

Get Adobe Flash player
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: