dic 21 2008

tangentopoli rossa, una sorpresa mai stata tale

Published by under e-politica

Non credo che ci sia nessuno in quest’aula, responsabile politico di organizzazioni importanti che possa alzarsi e pronunciare un giuramento in senso contrario a quanto affermo: presto o tardi i fatti si incaricherebbero di dichiararlo spergiuro.

Craxi – 3 luglio 1992

Immagine anteprima YouTube

Di seguito la trascrizione dell’intervento:

In quest’aula e di fronte alla Nazione io penso che si debba usare un linguaggio improntato alla massima franchezza. Bisogna innanzitutto dire la verità delle cose e non nascondersi dietro nobili e altisonanti parole di circostanza che molto spesso e in certi casi hanno tutto il sapore della menzogna.
Si è diffusa nel Paese, nella vita delle istituzioni e delle pubbliche amministrazioni una rete di corruttele grandi e piccole che segnalano uno stato di crescente degrado della vita pubblica.
Uno stato di cose che suscita la più viva indignazione, legittimando un vero e proprio allarme sociale e ponendo l’urgenza di una rete di con-trasto che riesca ad operare con rapidità ed efficacia. I casi sono della più diversa natura, spesso confinano con il racket malavitoso, e talvolta si presentano con caratteri particolarmente odiosi di immoralità e di asocialità. 
Purtroppo anche nella vita dei partiti molto spesso è difficile individuare, prevenire, tagliare aree infette sia per la impossibilità oggettiva di un controllo adeguato, sia talvolta per l’esistenza ed il prevalere di logiche perverse.
E così all’ombra di un finanziamento irregolare ai partiti e, ripeto, al sistema politico, fioriscono e si intrecciano casi di corruzione e di concussione, che come tali vanno definiti, trattati, provati e giudicati.
E tuttavia, d’altra parte, ciò che bisogna dire e che tutti sanno del resto, è che buona parte del finanziamento politico è irregolare od illegale.
I partiti, specie quelli che contano su apparati grandi, medi o piccoli, giornali, attività propagandistiche, promozionali e associative, e con essi molte e varie strutture politiche operative, hanno ricorso e ricorrono all’uso di risorse aggiuntive in forma irregolare od illegale.
Se gran parte di questa materia deve essere considerata materia puramente criminale allora gran parte del sistema sarebbe un sistema criminale. Non credo che ci sia nessuno in quest’aula, responsabile politico di organizzazioni importanti che possa alzarsi e pronunciare un giuramento in senso contrario a quanto affermo: presto o tardi i fatti si incaricherebbero di dichiararlo spergiuro. E del resto andando alla ricerca dei fatti, si è dimostrato e si dimostrerà che tante sorprese non sono in realtà mai state tali.
Per esempio, nella materia tanto scottante dei finanziamenti dall’estero sarebbe solo il caso di ripetere l’arcinoto “tutti sapevano e nessuno parlava”.
Un finanziamento irregolare ed illegale al sistema politico, per quanto reazioni e giudizi negativi possa comportare e per quante degenerazioni possa aver generato non è e non può essere considerato ed utilizzato da nessuno come un esplosivo per far saltare un sistema, per delegittimare una classe politica, per creare un clima nel quale di certo non possono nascere né le correzioni che si impongono né un’opera di risanamento efficace ma solo la disgregazione e l’avventura.
Del resto nel campo delle illegalità non ci sono solo quelle che possono riguardare i finanziamenti politici. Il campo è vasto e vi si sono avventurati in molti, come i fatti spero si incaricheranno di dimostrare aiutando tanto la verità che la giustizia.
A questa situazione va ora posto un rimedio, anzi più di un rimedio. E’ innanzitutto necessaria una nuova legge che regoli il finanziamento dei partiti e che faccia tesoro dell’esperienza estremamente negativa di quella che l’ha preceduta. Altre proposte ed altri rimedi sono già sul tavolo. Vi aggiungeremo le nostre, sollecitando un di-battito parlamentare chiarificatore, serio e responsabile, su tutti gli aspetti di questa questione

3 responses so far

dic 19 2008

Il salvismo vespiano

Published by under e-life

SAAAAAAAAALVE! 

Salve ….. la presente E-Mail e’ per invitarla a visitare…

Salve! Mi scusi, se possibile…

Salve Non specificato, Qui di seguito Le riportiamo i dati di un’impresa…

Salve, le scrivo la presente email solo per segnalarle…

Salve, siamo interessati al carrello…

salve Dott. Spedale La ringrazio per questi anni di lavoro…

Salve, vorrei sapere le specifiche tecniche…

Salve , come da accordi intercorsi telefonicamente…

Salve a tutti, tornati dalle ferie…

Salve stiamo realizzando il restyling del portale…

Salve…abbiamo bisogno di un carrello saliscale elettrico…

Salve, mi occupo di Sviluppo WEB, programmazione e sviluppo Software…

Salve Sig. Andrea, come da discussione telefonica con la presente sono…

Salve,avete per caso anche delle gru idrauliche…

Salve, la contattiamo per proporle una vantaggiosa offerta…

Salve Andrea,Ti recapitolo i prossimi…

Salve Sig. Spedale, resto in attesa di una sua cortese risposta…

………..

………..

………..

Sarò anacronistico ma continuo a preferire le forme di saluto più professionali. 

Faccio davvero fatica a leggere queste mail. Ogni volta nella mia testa arriva Giampaolo Fabrizio con la sua imitazione di Bruno Vespa!

Immagine anteprima YouTube

 

One response so far

dic 10 2008

Un tuffo nel passato: SuperGulp! I fumetti in TV

Published by under e-life

Ebbene si”..  …maledetto Carter… hai vinto anche stavolta!!.

Immagine anteprima YouTube

 SuperGulp! I Fumetti in TV


3 responses so far

ott 24 2008

Vi capita mai di setirvi un po’ Mahna Mahna ?

Published by under e-life

Non so come mai ma ogni tanto la radio nel cervello si accende sola e inizia il tormentone:

Mahna Mahna (ba dee bedebe) mahna mahna (ba debe dee) mahna mahna (ba dee bedebe badebe badebe dee dee de-de de-de-de)

Immagine anteprima YouTube

The question is: who care?

Mahna Mahan (ba dee bedebe) mahna mahna……

Aggiunta del 1 Novembre

La prima versione di Mahna Mahna: 1969

Immagine anteprima YouTube

6 responses so far

ott 09 2008

YouTube diventa un portale e-commerce

Published by under e-commerce

Finalmente Google ha capito come monetizzare YouTube costatogli la modica cifra di 1,65 miliardi di dollari.

Google ha deciso infatti di ricorrere al semplice concetto del click-to-buy.
Grazie ad accordi strategici con i big player dell’e-commerce come Amazon.com e iTunes, attraverso Youtube sarà possibile acquistare musica, videogiochi, canzoni, film e telefilm, libri e biglietti per concerti.

Un meccanismo semplice: durante la visione di un video attrraverso dei ‘tasti’ (click) sarà possibile visualizzare la libreria musicale di iTunes o quella di Mp3 di Amazon.com, cataloghi di libri, dvd e fare l’acquisto (buy).
La stessa cosa avverrà per i videogiochi, quando il video riguarda una demo di un nuovo titolo.

Youtube non ha inventato nulla di nuovo. Il modello è in uso da tempo su altri portali e/o market place e continua a dare buoni risultati. 
Con i suoi 330 milioni di accessi mensili, il click-to-buy potrebbe portare a Google circa 200 milioni di dollari nel corso del 2009

L’e-commerce avanza… sarà sempre più presente nella nostra vita. Facciamocene una ragione da subito iniziando ad acquistare ed investire on-line 

 

Leggi:  

YouTube’s E-Commerce Play: Watch It, Click It, Buy It
L’e-commerce si fa “social”: YouTube venderà musica, film e giochi
I clicked to buy and I liked it

One response so far

ott 07 2008

SonoSicuro: l’acquisto intelligente

Published by under e-commerce

Ieri ho presentato il progetto SonoSicuro, l’acquisto intelligente.
Questa è la mini intervista dove ho cercato di riassumere il tutto ( in meno di 2 mintui, roba da Mission Impossible IV !)

Immagine anteprima YouTube

Non “guardo in camera”.. è vero.. ma provateci voi ad averla a soli 20 cm.. gli occhi si incorciano!!

Related Images:

One response so far

set 25 2008

Che vincano le idee migliori! Google le premia con 10 milioni di dollari

Published by under e-life

Google è in cerca di idee ed è pronto a finanziare le migliori. Ha stanziato 10 Milioni di dollari per il Progetto 10100 (pronunciato “Progetto 10 alla centesima”). ll concorso è molto ‘social’ perchè premierà le idee che potrebbero cambiare il mondo aiutando il maggior numero di persone possibile.

Il video spiega bene il progetto:

Immagine anteprima YouTube

Google è in cerca di progetti in diverse categorie.  Sul sito ne elencano una serie

  • Comunità: come possiamo aiutare a mettere in contatto le persone, creare comunità e proteggere culture locali?
  • Opportunità: come possiamo aiutare le persone a provvedere meglio a se stesse e alle proprie famiglie?
  • Energia: come possiamo aiutare a promuovere l’utilizzo di energia sicura, pulita ed economica per il pianeta?
  • Ambiente: come possiamo aiutare a promuovere un ecosistema globale più pulito e sostenibile?
  • Salute: come possiamo aiutare le persone a vivere più a lungo e in salute?
  • Istruzione: come possiamo aiutare più persone ad avere accesso a un’istruzione migliore?
  • Casa: come possiamo aiutare a garantire che tutti abbiano un luogo sicuro in cui vivere?
  • Altro: a volte le idee migliori non rientrano in alcuna categoria specifica.

Di fatto sono pronti a valutare qualsiasi progetto in qualsiasi ambito. Se qualcuno ha un’idea e cerca un finanziatore, questa potrebbe essere l’occasione giusta.Leggi: Progetto 10100

No responses yet

set 15 2008

packaging come leva di marketing

Published by under e-marketing

Immagine anteprima YouTube

Chi non comprerebbe il Samsung Omnia i900 se arrivasse davvero così?? Altro che iPhone 3g!

One response so far

set 10 2008

10..09..08..

Published by under e-life

.. il countdown verso la fine del mondo o la data di oggi?

Se l’esperimento del CERN non fosse riuscito,  cosa sarebbe successo? Forse questo?

Immagine anteprima YouTube

No responses yet

set 03 2008

TIM: anche noi usiamo Vodafone !

Published by under e-life

Non è una battuta.  E’ quanto ha risposto la gentile signoria del Servizio Clienti TIM alle mie rimostranze per il trattamento riservato ai vecchi abbonati e alla minaccia di cambiare operatore perchè più conveniente.

Ero carico, pronto a discutere, pronto a giocarmi la carta della (pre) redemption che gli operatori telefonici fanno quando cambi gestore e chiedi la portabilità del numero.  (Sapete no? Quelle cose che fanno quando si accorgono che stanno perdendo il cliente.. quella telefonata che ti arriva dove pur di non farti andare via ti offono questo mondo e quell’altro)

Racconto i miei disservizi e la mia insoddisfazione per l’attuale piano tariffario, discuto sulla mancata comunicazione del cambio tariffario, faccio presente che con altri operatori spendo meno…..  Sono pronto a farmi proporre una tariffa supervantaggiosa, forte anche dei miei 12/13 anni di fedeltà a TIM, mi sento rispondere:
Guardi, anche io ho un Vodafone ricaricabile.. la tariffa è ottima!

Panico.. ma sto parlando con TIM? vuoi vedere che ho chiamato Vodafone?

No.. è TIM.. è solo che sono un povero vecchio abbonato di merda!

Immagine anteprima YouTube

No responses yet

Next »

Get Adobe Flash player