nov 23 2010

Vuoi essere invitato a Saldi Privati e BORN4SHOP?

Dopo il successone di Vuoi essere invitato a OVO.IT mi voglio divertire con Saldi Privati e BORN4SHOP

Saldi Privati & BORN4SHOP

Quindi se vuoi un invito a BORN4SHOP non dovrai far altro che compilare il  form qui sotto.

Ti manderò una mail contenente il link per attivare il tuo account su Saldi Privati e BORN4SHOP

Iscrizione BORN4SHOP
  1. (required)
  2. (valid email required)
 

cforms contact form by delicious:days

Vediamo cosa facciamo con questo! ;)

(Per gli aggregatori: invito disponibile qui => http://www.spedale.com/e-life/1672-vuoi-essere-in…to-a-born4shop/ )

No responses yet

mar 17 2010

invito Privalia: ti faccio da padrino?

Dopo il grande successo avuto con OVO (ad oggi sono oltre 2.000 gli inviti OVO che ho mandato) è il momento di parlare anche degli altri Outlet Club Privati.

Questo è il momento giusto per introdurre  PRIVALIA

Cos’è Privalia? E’ un Outlet che vende on-line attraverso la formula del Club Privato.  Solo i ‘soci’ possono fare acquisti all’interno del portale dove si possono trovare oltre 500 marche di prodotti in vendita a prezzi ‘outlet’

Privalia è una azienda assolutamente sicura (non ancora iscritta ad AICEL ma provvederemo ;) ),  tratta marchi principali  e prodotti di qualità oltre ad essere fra le prime aziende in Italia in termini di volumi di vendite nel settore e-commerce. L’iscrizione non costa nulla e non comporta alcun obbligo di acquisto per il socio.

Inoltre, fino al 30 Aprile, ogni nuovo iscritto partecipa all’estrazione per vincere un  Apple iPad.

Vale la pena provarci no?
Ti basta seguire questo link: Invito Privalia (oppure clickare sull’immagine qui sotto)

Invito Privalia

Diventa Socio Privalia adesso e se percaso dovessi vincere in iPad, non dimenticare di farmelo sapere!

Buoni acquisti!

2 responses so far

gen 20 2009

ccTLD.it (sigh sigh e ancora sob sob)

Published by under e-life

Che fra me e il nic.it non corra ‘buon sangue’ è ormai cosa nota. Mi lamento da sempre, a mio parere è inmacettabile che per registrare un dominio .it ci vogliano moduli, carte e fax quando nel resto del mondo il tutto avviene in pochi secondi direttamente da terminale. Ma si sa.. a noi (?) piace l’UCAS

Io ci provo ogni volta, ma loro non fanno nulla per diventarmi simpati (e diventare efficienti)

19.01.09 – ore 12.15 - Resgistrazione di un dominio.it
19.01.09 – ore 13.34 – Invio LAR mezzo fax
20.01.09 – ore 07.11 - Sollecito Invio Lettera Assunzione Responsabilità (?)
20.01.09 – ore 09.37 – Invio LAR mezzo fax. Nella lettera leggo il numero 050542420 – Errore Comunicazione
20.01.09 – ore 09.42 – Invio LAR mezzo fax – Nessuna risposta
20.01.09 – ore 09.46 – Invio LAR mezzo fax - Nessuna risposta
20.01.09 – ore 09.02 – Invio LAR mezzo fax  - O.K.
20.01.09 – ore 13.03 - LAR(Lettera Assunzione Responsabilità) – FAILED
e qui iniziamo a divertirci:

 - La richiesta e’ stata inviata ad un numero di fax non corretto. Dovra’, pertanto, essere ritrasmessa al numero +39 050 542420.
- Alcuni punti della richiesta non risultano leggibili.

Prima la spedisco e mi dici che non la ricevi, poi la ricevi ma mi dici che il numero non è giusto (ho spedito allo 050542420) e ti preoccupi di dirmelo e mi informi devo spedire allo 050542420 (non facevi prima a portarla? magari i fax sono accostati…) e già che ci sei mi informi che il fax della LAR in alcuni punti non è leggibile. bho!

20.01.09 – ore 13.55 – Invio LAR mezzo fax  - O.K.
20.01.09 – ore  16.01 - LAR(Lettera Assunzione Responsabilità) – FAILED

- Alcuni punti della richiesta non risultano leggibili.

La LAR è quella fornita dal MNT.. io ho solo apposto le 2 firme.. che ci posso fare?!? (Però almeno questa volta il fax è quello giusto !?!)

20.01.09 – ore 17.00 – Inviata LAR in risoluzione superfine extra

Aspettiamo….

No responses yet

gen 14 2009

GdO come l’e-commerce 2.0

Published by under e-commerce

Non finisco mai di meravigliarmi quando trovo similitudini fra la GdO e il Commercio Elettronico. Questa volta sono rimasto ‘senza parole’.

Nell’intervista di Lluìs Martinez-Ribes dell’ESADE Business School di Barcellona pubblicata da Gdo Week sul tem “Come le imprese possono trarre vantaggio dal disegno del punto vendita quale strumento per creare valore”, Matinez dichiara:

Fino a qualche anno fa il consumatore era identificato semplicemente come una buying machine, che si trovava nel negozio unicamente per acquistare prodotti. Oggi il punto vendita funge da punto d’incontro di individui simili, ne facilita l’interazione, lo scambio d’opinioni, permette di instaurare una conversazione. Quindi all’idea della buying machine sembra più opportuno sostituire quella della imagination machine:  il venditore invita il consumatore a recarsi nel suo negozio per aprire la sua immaginazione.

Punto d’incontro, interazione, scambio opinioni, conversazioni…  sembra di parlare di e-commerce 2.0 ! !

————-
Via Retail Forum - Qui trovate le scansioni dell’intervista: PrimaSecondaTerza Parte

Related Images:

One response so far

gen 13 2009

microsoft tag: questione di timing

Published by under e-marketing

Shotcode non ha mai preso piede mentre Microsot Tag parte adesso. 
Roberto mi dice che il successo è solo una questione di ‘timing’…. 

Mha vedremo, per ora rispolvero il mio shotcode e lo metto vicino al nuovo Microsoft Tag:

shotcode-visit-blog

   microsoft tag

One response so far

gen 06 2009

Facebook Connect

Published by under e-life

Da oggi questo blog si arricchisce di un nuovo plugin: Facebook Connector

Questo plugin vi permette di integrare l’autenticazione di Facebook con quella del vostro blog WordPress tramite il servizio Facebook Connect
Grazie ad una buona guida all’installazione e il video tutorial ci sono voluti solo 5 minuti. Ho dovuto smanettare un po’ per risolvere un piccolo problema dovuto al template che utilizzo ma per il resto sembra essere tutto ok.

Nei prossimi giorni (tempo e voglia permettendo) proverò ad inserire il pulsante di login accanto accanto alla form dei commenti. 

Vi aspetto su/da Facebook ;)

3 responses so far

dic 08 2008

un Albero di Natale da 1 miliardo di dollari

Published by under e-life

IL NUOVO RECORD MONDIALE ASSOLUTO PER UN ARTISTA VIVENTE
Il Hanging Heart (magenta/gold) di JEFF KOONS ha rappresentato il nuovo record mondiale assoluto per un artista vivente. Quest’opera, stimata tra i 15-20 milioni, è stata venduta per 23.561.000 dollari, commissione inclusa. L’opere di Koons è stata acquistata dalla GAGOSIAN GALLERY, una delle principali gallerie d’arte contemporanea di Manhattan.

Scriverò una mail a SOTHEBY’S di New York (che ha battuto l’asta) e alla Gagosian Gallery: abbiamo deciso di mettere all’asta il nostro Albero di Natale e devolvere il miliardo di dollari in beneficenza!

No responses yet

dic 05 2008

mi piace pensarla così

Published by under e-life

E’ una storiella che gira da anni in rete. La prima volta che l’ho pubblicata era il 24 Maggio 2005

Stasera mi è arrivata una mail da Ullis (carissma amica svedese) contenente la traduzione in inglese della storia che lei ha ricevuto nella sua lingua madre… che giri!!!

L’ho ripescata:

Un professore di filosofia, davanti alla sua classe, senza dire parola prende un barattolo grande e vuoto di maionese e procede a riempirlo con delle palle da golf.

Dopo, chiede agli studenti se il barattolo è pieno.
Gli studenti sono d’accordo e dicono di si.

Così il professore prende una scatola piena di palline di vetro e la versa dentro il barattolo di maionese. Le palline di vetro riempiono gli spazi vuoti tra le palle da golf. Il professore chiede di nuovo agli studenti se il barattolo è pieno e loro rispondono di nuovo di si.

Poi il professore prende un sacchetto di sabbia e la versa dentro il barattolo.

Ovviamente la sabbia riempie tutti gli spazi vuoti e il professore chiede ancora se il barattolo è pieno. Questa volta gli studenti rispondono con un si unanime.

Il professore, velocemente, aggiunge due tazze di caffè al contenuto del barattolo ed effettivamente, riempie tutti gli spazi vuoti tra la sabbia. Gli studenti si mettono a ridere in questa occasione.

Quando la risata finisce il professore dice : “Voglio che vi rendiate conto che questo barattolo rappresenta la vita. Le palle da golf sono le cose importanti come la famiglia, i figli, la salute, gli amici,l’amore; le cose che ci appassionano.

Sono cose che, anche se perdessimo tutto e ci restasse solo quello, le nostre vite sarebbero ancora piene. Le palline di vetro sono le altre cose che ci importano, come il lavoro, la casa, la macchina, ecc.

La sabbia è tutto il resto: le piccole cose. Se prima di tutto mettessimo nel barattolo la sabbia, non ci sarebbe posto per le palline di vetro ne per le palle da golf. La stessa cosa succede con la vita.

Se utilizziamo tutto il nostro tempo ed energia nelle cose piccole, non avremo mai spazio per le cose realmente importanti.

Fai attenzione alle cose che sono cruciali per la tua felicità: gioca con i tuoi figli, prenditi il tempo per andare dal medico, fai tutto quello che ti senti di fare, pratica il tuo sport o hobby preferito. Ci sarà  sempre tempo per pulire casa, per riparare la chiavetta dell’acqua.

Occupati prima delle palline da golf, delle cose che realmente ti importano. Il resto è solo sabbia.”

Uno degli studenti alza la mano e chiede cosa rappresenta il caffè.

Il professore sorride e dice: “Sono contento che tu mi faccia questa domanda. E’ solo per dimostrarvi che non importa quanto occupata possa sembrare la tua vita, c’è sempre posto per un paio di tazze di caffè con un amico.”

Related Images:

No responses yet

nov 27 2008

Olivetti, eppure…

Published by under e-life

Ahhh.. i ricordi….il mio primo PC, un Olivetti M24 fosfori verdi… il secondo un Olivetti M200 fosfori bianchi e doppio floppy!
In quegli anni (metà/fine anni 80) avere un PC a casa significava avere un Olivetti! Poi arrivarono i temibili ‘assemblati’…. di colpo tutto svanì, al punto che ero convinto che Olivetti non esistesse più, invece:

“La società Olivetti (possedeuta al 100% dal gruppo Telecom -ndA-) ha un fatturato di 408 milioni di euro nel 2007 per un ebit negativo di 32 milioni (ridotti a 28 nel 2008).  L’azienda è specializzata nella produzione di stampanti, fax e calcolatrici, oltre che di periferiche per banche e informatica per giochi e lotterie.”

Che la nomina del nuovo AD Patrizia Grieco (già AD di Siemens Informatica e poi in Value Team) ci riservi qualche sorpresa per  il futuro?!?

P.S.
Il pricmo computer in casa fu l’indimenticabile (e ancora funzionante) ZX SPECTRUM con Interface 1  (anzi.. se a qualcuno fossero avanzati i Microdrive…)

No responses yet

nov 12 2008

Adotta un carrello: il primo social contest a scopo benefico

Questo è il logo scelto per l’iniziativa benefica che abbiamo lanciato oggi con carrelli.it

Avevo un’idea, ho cercato dei pazzi disposti a svilupparla ed ora eccoci qui: Adotta un Carrello

Ma cos’è?
Avevo l’idea….. poi chi ne sa più di me mi fa notare che è un contest, anzi di più è un social contest a scopo benefico.

Si ma cos’è?
Provo a spiegarlo con parole mie.
Quest’anno abbiamo deciso di devolvere a scopi benefici una quota extra oltre al budget destinato ai regali di Natale per clienti e dipendenti.

Così abbiamo pensato di coinvolgere i navigatori on-line attraverso un gioco (il contest) completamente gratuito e un po’ speciale. La particolarità consiste nel fatto che il premio non sarà dato al vincitore ma ad una fondazione, un’associazione o un’organizzazione no profit attiva in campo sociale desiderosa di adottare uno dei nostri piccoli da lui indicata.

Il gioco è semplice: una gara di creatività in rete descrivendo al meglio il mondo dei carrelli con testi, immagini o video seguendo il tema settimanale proposto dal blog ufficiale dell’iniziativa:  www.adottauncarrello.it.

I 25 migliori lavori vinceranno altrettanti carrelli da donare alle organizzazioni no profit scelte.

Related Images:

No responses yet

Next »

Get Adobe Flash player