giu 30 2010

6.186 i merchant in italia

Published by under e-commerce,e-life

La camera di Commercio di Milano ha reso pubblica la rielaborazione dei dati di registro imprese 2009 e primo trimestre 2010 (qui la notizia)

Dai primi dati parziali si può affermare:

– che l’e-commerce gode di buona salute e che le aziende lo vedono sempre più come canale di vendita da utilizzare;
– che l’offerta è comunque ancora molto limitata;
– che l’e-commerce diretto fa ancora (purtroppo) la parte del leone;
– che assisteremo ad una forte crescita dell’offerta nei prossimi 1/2 anni;

Ma quello che più di tutto si può dire è che AICEL rappresenta davvero l’e-commerce Italiano!

Grazie a tutti i merchant che hanno creduto e credono in AICEL e grazie a quanti stanno collaborando alla crescita dell’Associazione Italiana Commercio Elettronico

Related Images:

No responses yet

mar 29 2010

Intervista a SMAU Roma 2010

Published by under e-commerce

Ecco l’intervista rilasciata a SMAU TV: tre domande puntuali sullo stato dell’e-commerce in Italia

Avrei voluto dire ” l’e-commerce è morto ! ” ma con così poco tempo per le risposte non sarei riuscito a spiegare questa tesi e avrei finito per generare confusione 😉
Magari ci scriverò un post o ne parlerò in un prossimo convegno

Related Images:

2 responses so far

apr 03 2009

Convegno AICEL – iscriviti in anteprima

Published by under e-commerce

Associazione Italiana Commercio ElettronicoLunedì apriremo ufficialmente le iscrizioni al Convegno Nazionale del Commercio Elettronico Italiano dove cercheremo di dare una risposta alle domande quali “ci possiamo fidare di acquistare on-line?“, “ci possiamo fidare di vendere on-line?” e lo faremo parlando non tanto dello status dell’e-commerce,  ma di quali azioni sono necessarie per migliorarne le performance.

L’accesso al convegno è gratuito previa registrazione. I posti sono limitati ma potreste trovare una sorpresa seguendo questo link 😉

Il convegno ha già ricevuto il patrocinio della Camera di Commercio di Brescia, del Comune di Desenzano del Garda e della International Webmasters Association

Ne approfitto anche per ringraziare gli sponsor che ci hanno permesso di organizzare questo convegno:

 

Altre informazioni sul convegno qui: http://www.convegnoaicel.com

Related Images:

No responses yet

feb 19 2009

Meridiana: stravolte le regole grazie alla vendita on-line

Published by under e-commerce

Notizia appena battuta:

MERIDIANA- EUROFLY: TICKET ALL’ASTA

Su internet vince chi offre di meno

(ANSA) – CAGLIARI, 19 FEB – Meridiana Eurofly stravolge le regole e da oggi apre aste al ribasso sul proprio sito internet: vince chi offre di meno.

Sembra che Meridiana abbia cambiato ‘rotta’ e abbia deciso di sfruttare al massimo le potenzialità di internet e della vendita on-line dei biglietti. Il gruppo (in collabotrazione con shakebid ha creato il sito www.puntaeviaggia.com dove, grazie al ricorso delle aste al ribasso, è possibile aggiudicarsi un viaggio andata e ritorno.

E’ importante questa iniziativa… dimostra che finalmente anche le aziende italiane iniziano a guardare il commercio elettronico come vero e proprio canale di vendita e di relazione con il cliente.

via ANSA.it – Internet – Meridiana- Eurofly: ticket all’asta.

No responses yet

gen 14 2009

GdO come l’e-commerce 2.0

Published by under e-commerce

Non finisco mai di meravigliarmi quando trovo similitudini fra la GdO e il Commercio Elettronico. Questa volta sono rimasto ‘senza parole’.

Nell’intervista di Lluìs Martinez-Ribes dell’ESADE Business School di Barcellona pubblicata da Gdo Week sul tem “Come le imprese possono trarre vantaggio dal disegno del punto vendita quale strumento per creare valore”, Matinez dichiara:

Fino a qualche anno fa il consumatore era identificato semplicemente come una buying machine, che si trovava nel negozio unicamente per acquistare prodotti. Oggi il punto vendita funge da punto d’incontro di individui simili, ne facilita l’interazione, lo scambio d’opinioni, permette di instaurare una conversazione. Quindi all’idea della buying machine sembra più opportuno sostituire quella della imagination machine:  il venditore invita il consumatore a recarsi nel suo negozio per aprire la sua immaginazione.

Punto d’incontro, interazione, scambio opinioni, conversazioni…  sembra di parlare di e-commerce 2.0 ! !

————-
Via Retail Forum – Qui trovate le scansioni dell’intervista: PrimaSecondaTerza Parte

Related Images:

One response so far

gen 09 2009

l’e-commerce è una questione di fiducia

Published by under e-commerce

L’e-commerce non funziona, l’e-commerce non decolla, il commercio elettronico non piace agli italiani, con gli e-shop non si guadagna, nella vendita on-line mancano i risultati, l’e-commerce è un eldorado latente, l’e-commerce ha il freno a mano…. 

e se la colpa fosse di chi si improvvisa merchant? Questo è l’ ennesimo messaggio apparso su AICEL:

1) io voglio sperimentare un ecommerce in un settore che penso possa portare guadagni ma non ne ho idea…e non voglio rischiare di sborsare 3000 euro per 1 anno senza avere nessuna garanzia di rientro.
Leggevo che è possibile fatturare con codice fiscale fino ad un massimo di 5000 euro per privato.
Posso aprire ecommerce e usare il mio CF per emettere fatture ?

2) andando sul discorso P.IVA deve questa essere per forza P.IVA da commerciante ? o visto che rivendo prodotti di terzi e che vorrei gestire le spedizioni tramite corriere senza di fatto prendere in carico la merce presso la mia sede, farmi una PIVA da consulente ? che mi consentirebbe di sborsare di gran lunga di meno ?

Nel canale tradizionale nessuno si sognerebbe mai di aprire un negozio in centro per prova, nell’e-commerce si!
Bassi costi di ingresso, false convinzioni, alta disponibilità di dropshipper, piattaforme free, marketplace senza controlli etc fanno si che molti si improvvisino. (lasciamo fuori chi lo fa professionalmente in malafede) 

Mancanza di professionalità, improvvisazione e mancato rispetto delle regole nuocciono all’e-commerce, minano le stesse basi dell’e-commerce: LA FIDUCIA NELL’E-COMMERCE

Questo concetto fondamentale è universalmente valido.
Valido per il consumatore che deve fidarsi di noi, avere la sicurezza di essere nel posto giusto, di essere trattato al meglio, di essere rispettato.. il consumatore deve fidarsi di noi!

Valido per il merchant che deve credere nelle proprie idee, scommettere e investire per dare il meglio… deve aver fiducia nel suo lavoro, nella sua idea imprenditoriale.  Se il merchant è il primo a non aver fiducia,  perchè dovrebbe dargliela un consumatore?!?

Related Images:

No responses yet

dic 31 2008

e per chiudere l’anno, spariamo all’e-commerce

Published by under e-commerce

Pare che l’algoritmo di sicurezza MD5 non sia tanto sicuro. I ricercatori hanno evidenziato che un ‘buco’ di questo algoritmo consentirebbe di condurre attacchi di phishing senza che i navigatori abbiano alcuna possibilità di difesa.

Questo algoritmo è usato per la per certificazione digitale della posta elettronica, delle transazioni on-line nel commercio elettronico ma sopratutto nel banking online.
Ma per fare ‘notizia’ come potevano lanciare la notizia?

FALLA IN ALCUNI SITI DI E- COMMERCE

Ricercatori, algoritmo Md5 ha un ‘buco’ pericoloso

 

Buon Anno a tutti!

2 responses so far

dic 09 2008

l’e-commerce visto dall’Istat

Published by under e-commerce

Interessanti i dati pubblicati dall’istat su sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione nelle imprese.

Viene fatto un quadro chiaro della sitauzione delle imprese italiane (con almeno 10 addetti) circa l’uso delle tecnologie e delle reti. 
La quasi totalità delle aziende ha una connessione internet e accede a servizi bancari o finanziari on-line e 
il 65% usa la rete per acquisire informazioni sui mercati.

Il 60% delle imprese ha un sito web ma solo la metà di questi lo utilizza come canale di comunicazione  verso la clientela. 

Oltre ai dati sull’uso dell’ICT (riferiti a gennaio 2008) l’Istat ha diffuso anche quelli relativi al commercio elettronico e all’utilizzazione on-line dei servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione (riferiti però all’anno 2007)

Dei dati dell’e-commerce diffusi dall’Istat ne parlo nel post Una azienda su tre compra on-line nel blog di AICEL

Related Images:

No responses yet

dic 01 2008

crisi=opportunità

Published by under e-commerce

Quando si parla di e-commerce, sono un inguaribile ottimista. 
Ho scritto di getto alcune considerazioni sull’opportunità che questa crisi economica rappresenta e rappresenterà per l’e-commerce italiano.

Visto l’argomento ‘tecnico’ ho deciso di pubblicare quanto scritto sul blog di aicel: Crisi Economica: Opportunità per l’e-commerce

Related Images:

No responses yet

nov 16 2008

Nasce l’Osservatorio sulle Tecnocazzate

Published by under e-commerce,e-life

Luca Conti, ormai anche lui esausto dalla continua informazione tecnofoba, lancia il primo osservatorio sulle tecnocazzate.

In un suo articolo odierno, Luca invita i lettori a segnalare  le affermazioni non documentate su Internet, servizi web, social network, blog e Web 2.0 utilizzando il TAG tecnocazzate su del.icio.us. 

E’ giunto il momento di tracciarle, per non dimenticarle, non dimenticare chi le ha scritte e chi le ha pubblicate, per riprenderle poi e ribattere documentati in incontri pubblici e conversazioni private.

Concordando con quanto scritto da Luca, invitandolo ad allargare l’osservatorio anche alle cazzate sparate sull’e-commerce, provvederò ad usare il tag tecnocazzate su del.icio.us (e non solo) ogniqualvolta sarà necessario.

One response so far

Next »

Get Adobe Flash player