ott 17 2006

Telecom: attenti alla truffa del videotelefono (e del cordless)

Scritto da il 12:05 in e-life Stampa Articolo Stampa Articolo

Quello dei (video)telefoni inviati senza autorizzazione e con gli addebiti nelle successive bolletta sembra essere un fenomeno in rapida crescita nel mondo Telecom Italia S.p.A. e adesso il fenomeno si allarga anche ai cordless Aladino…

Ne sento parlare sempre più spesso e l’ho vissuto anche di persona.
Nella mia famiglia è capitato prima ai miei nonni e poi qui in azienda.
I nonni (94 anni lui e 92 lei) un giorno si sono visti suonare alla porta un “incaricato” Telecom che doveva sostituire i telefoni… hanno lasciato un bel videotelefono e già che c’erano hanno ben pensato di lasciare anche un secondo videotelefono per l’altra utenza della nostra casa al mare.
Alle raccomandate non appena scoperta la truffa, Telecom risponde con telefonate degli operatori oppure con la frase “ma lei doveva fare recesso entro 12 giorni”… questo già dice tutto.

Oggi è capitato qui in azienda.
Abbiamo attivato dei nuovi numeri telefonici (un parto.. 4 mesi per averli.. evviva l’efficienza Telecom) e ieri è arrivato un bel pacco con dentro 3 Telefoni cordless Aladino.
Leggendo bene i documenti accompagnatori, scopriamo che i telefoni sono stati inviati in vendita (297,00 Euro.. che funzioni meravigliose avranno??) e che saranno addebitati sulle prossime 6 bollette.
Chi li ha chiesti? nessuno ha emesso un ordine!
Al 187 (che ci informa che l’ordine proviene da un non meglio specificato canale esterno -un negozio o broker telecom-) ci consigliano di fare una denuncia a Carabinieri visto che questo tipo di operazione è frequente.
Il 191 prima ci chiede se “abbiamo accettato il pacco.. se lo ha accettato significa che…” e poi ancora gioca la carta del recesso con una bella frase “nei documenti ci sono le regole per esercitare il recesso”; non contenti delle risposte la induciamo quindi alla “giustificazione” dell’operazione dicendo che si tratta di un errore…

I signori Telecom sono dei furbi eccome…. ammesso e non concesso che questo tipo di operazione non sia materialmente eseguita da Telecom ma da loro broker, Telecom non può non essere ritenuta comunque responsabile.
E’ poi totalmente inacettabile che, denunciato il tentativo di frode da parte di un loro broker, anzichè porvi rimedio cerchino di creare problemi all’utenza avanzando ed evidenzianodo regolamenti e leggi (Dlgs 206/05 Art. 64) e omettendone altri come Dlgs 22 maggio 1999, n. 185 .
Se dovesse capitare anche a voi ricordate che il su citato Dlgs ” Attuazione della direttiva 97/7/CE relativa alla protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza” all’ all’Art.9 dispone

Fornitura non richiesta
1. E’ vietata la fornitura di beni o servizi al consumatore in mancanza di una sua previa ordinazione nel caso in cui la fornitura comporti una richiesta di pagamento.
2. Il consumatore non e’ tenuto ad alcuna prestazione corrispettiva in caso di fornitura non richiesta. In ogni caso, la mancata risposta non significa consenso.

Occhio ai furbi.. sopratutto se si nascondono dietro grandi aziende come lo è (era) Telecom

Related Images:

2 commenti

2 Risposte a “Telecom: attenti alla truffa del videotelefono (e del cordless)”

  1. Antonioon 22 mag 2007 at 15:56

    Appena vedete un videotelefono in casa vostra rispeditelo immediatamente (purtroppo a carico vostro altrimenti torna indietro) ad Asti (fatevi dare i dati dal 187 e per precauzione non credete ad una sola parola di quello che dicono). Fate il pacco, prendete la ricevuta fotocopiatela e mandatela con raccomandata con ricevuta di ritorno (unica scartoffia con valore legale) sempre ad ASTI dichiarando che avete restituito il pacco e se vi continuano a rompere i c…..ioni per il videotelefono gli farete causa.

  2. Simoneon 27 ago 2009 at 23:57

    cari Andrea ed Antonio…..le cose che dite su questa truffa bella e buona è a dir poco da far venire voglia di farsi giustizia sommaria!!! Presentarsi alla Telecom Italia per le spiegazioni…magari ritrovarsi sui giornaili nazionali.
    Non c’è Guardia di finanza, nè Carabinieri e Polizia di Stato che tengano …..loro sono troppo impegnati in altre cose più serie….(chissà quali, poi!). Trovo strano che con i “potenti mezzi messi a disposizione” e che lo Stato usa per le intercettazioni, le ricerche… etc… non riescano a fare il loro lavoro di PALADINI della GIUSTIZIA!!!!
    Comunque, scusatemi per le farsi dette ma anche (mio padre) ha ricevuto nel periodo di maggio/giugno 2009 …una truffa con la meraviglia di non aver ricevuto niente a casa ma con addebiti fissi mensili per l’acquisto di un cordless…MAI e POI MAI RICHIESTO E VOLUTO.
    il 187 che risponde di avere un reclamo al quale non dà seguito per definirne la soluzione ed assicurare alla GIUSTIZIA…quei “bastardi broker” affiliati Telecom Italia.
    Che fare?? Ditemelo voi è mai possibile che si debbano perdere anni ed anni appresso a cause civili con la speranza che un domani il giudice dica la parola: COLPEVOLE a chi se lo meriterebbe?
    W l’ITALIA!!!!

Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento

Already a member?
Login
Login usando Facebook:
Passati da qui
E tutti gli altri...
Powered by Sociable!

Get Adobe Flash player
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: