apr 04 2008

E-commerce Partito Democratico

Scritto da il 23:07 in e-commerce Stampa Articolo Stampa Articolo

Ovvero la politica non conosce le regole dell’e-commerce !

Quando entro in un negozio on-line controllo ‘come‘ i colleghi gestiscono l’informativa obbligatoria per l’e-commerce.
La norma prevede che <<In tempo utile, prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, il consumatore deve ricevere le seguenti informazioni:
a) identità del professionista e, in caso di contratti che prevedono il pagamento anticipato, l’indirizzo del professionista;
b) caratteristiche essenziali del bene o del servizio;
c) prezzo del bene o del servizio, comprese tutte le tasse e le imposte;
d) spese di consegna;
e) modalità del pagamento, della consegna del bene o della prestazione del servizio e di ogni altra forma di esecuzione del contratto;
f) esistenza del diritto di recesso o di esclusione dello stesso, ai sensi dell’articolo 55, comma 2;
g) modalità e tempi di restituzione o di ritiro del bene in caso di esercizio del diritto di recesso;
h) ……..
i) ……..
l) ……..>>

Stasera cercavo un articolo letto tempo fa sull’uso del colore verde nell’e-commerce (aumenterebbe le conversioni) e al terzo posto ho trovato E-commerce Partito Democratico.
Iniziativa cool e molto da “we can” ma soprattutto occasione ghiotta per vedere come i professionisti della politica, nonché co-autori dell’ultimo aggiornamento del 28-12-2007 del Codice del Consumo, adempiono ai doveri previsti dalla normativa.

Entro, è un B2C.. bene.. mi aspetto di trovare la perfezione assoluta, la piena padronanza delle leggi avrà creato la miglior informativa possibile e tutte le leggi saranno rispettate…. D I S A S T R O !

C’è l’identità del venditore, ci sono le caratteristiche del bene, il prezzo e …. null’altro!
Nessuna informazione sulle spese di consegna (presente solo nel carrello), sui pagamenti accettati (dal test solo Carta di Credito), sulle modalità di consegna ma soprattutto nessuna menzione del diritto di recesso e tanto meno delle modalità e tempi di restituzione….

Meditate merchant, meditate!

P.S.
Chissà se hanno compilato il COM6BIS e se hanno aspettato i 30 gg per iniziare l’attività……

P.P.S.S.
Volevo fare un ordine de Il segnalibro “Vota Pd” ma in fase di checkout il gw di MonetaOnLine non era operativo, Peccato, mi sarebbe piaciuto chiedere il recesso dopo 29 gg!!

Aggiornamento del 8 Aprile 2008
Qualcosa si è mosso: leggi e-comm Partito Democratico => potenza dei blog

Related Images:

4 commenti

4 Risposte a “E-commerce Partito Democratico”

  1. Danielon 05 apr 2008 at 00:37

    Se vuoi puoi mandar loro un feedback e consigliarli. Così sapranno di non sapere. Qui il link alla pagina, se vuoi.

  2. Andreaon 05 apr 2008 at 11:45

    Ciao Daniel!
    Non ho ancora segnalato la cosa ma mi sono ripromesso di farlo.
    Ho voluto prima effettuare un ordine per valutare tutto il processo di acquisto.
    Ho comprato finalmente il segnalibro… ho fatto il pagamento con Carta di Credito e l’ordine è in corso.
    Nessuna mail di conferma/ringraziamento dal sito del PD, nessuna mail con riepilogo dei dati e delle condizioni.. al pari del più sprovveduto e-commerce fatto da ragazzini su e-bay!
    N.B.
    Dal 1° Gennaio 2008 i commercianti sono obbligati a comunicare l’elenco clienti alle autorità. Una delle voci obbligatorie di questo elenco è il CF: nel checkout non esiste neanche il campo da compilare!

  3. […] seguito del mio post E-commerce Partito Democratico c’è stato un deciso scambio di mail da parte dei responsabili del sito (dai referer appaiono […]

  4. […] Aprile scorso avevo notato che l’e-commerce attivo sul sito del Partito Democratico non era  ‘conforme’ alla normativa che disciplina la vendita […]

Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento

Already a member?
Login
Login usando Facebook:
Passati da qui
E tutti gli altri...
Powered by Sociable!

Get Adobe Flash player
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: