Archive for ottobre, 2008

ott 30 2008

Truffe on-line: molto rumore per nulla

Published by under e-commerce

Davvero non capisco l’accanimento contro il Commercio Elettronico.
“E’ una cosa che mi manda ai pazzi” esclamerebbe mia moglie! A me fa ribollire il sangue.. altro che diventare pazzo.

I giornali (ma non solo) non mancano l’occasione per infangare il buon nome del Commercio Elettronico: Truffe on-line, la truffa corre su internet, stop alle truffe on-line, e-commerce e truffe, attenti alle truffe on-line, e-commerce truffa, saldi? la truffa è on-line… e l’elenco dei titoli potrebbe andare avanti all’infinito. 

Ma alla fine questi titoli corrispondono alla verità? E’ giustificato questo clamore? 

Direi proprio di no. Anzi.. non sono io a dirlo ma sono i numeri che la stampa conosce benissimo e che usa per lanciare anatemi all’e-commerce. Li conosce così bene al punto di evitare di presentarli in forma elaborata. 

Vediamone alcuni qui allora.
Nel 2007 in Italia ci sono stati 23Milioni di ordini per un valore di circa 5Miliardi di Euro. Nello stesso periodo sono state denunciate 14.369 truffe per un danno complessivo agli utenti di 6Milioni di euro.
(da notare che 6.441 truffe sono relative a manipolazioni di aste on-line).

Certo così sono numeri importanti ma se li mettessimo in relazione fra loro?
Le truffe nelle vendite on-line, in termini di quantità non raggiungono nemmeno lo 0,1%  mentre in termini di valore rappresentano solo lo 0,12%

Ma allora perchè così tanto rumore per nulla?

2 responses so far

ott 30 2008

Visualizza le tue relazioni su Facebook

Published by under e-life

Avevo letto di Nexus su Pandemia, me l’avera ricordato Daniel con un invito su FB ma fino ad oggi non ero riuscito a dedicargli un po di tempo.
Nexus è una delle applicazioni interessanti sviluppate per Facebook e permette di vedere in forma grafica le connessioni all’interno del proprio network sociale di Facebook

La visualizzazione della rete sociale si basa sulle similarità trovate nei profili dei propri amici e mette in risalto quelli che condividono stessi interessi e gruppi. Diventa quindi immediato capire e seguire le nostre relazioni on-line.
Il risultato? Spettacolare!

La mia Rete Sociale su Facebook... Si vedono bene 3 macro zone: la genrale (la più grossa, i tre quarti della sfera), la sotto-rete FAMILY (in basso a sx) e la sotto-rete Giovani Imprenditori Bresciani (in alto a sx)

 

Se hai un account su Facebook, puoi attivare l’applicazione qui

 

No responses yet

ott 29 2008

talia cu c’è: Montalbano in TV

Published by under e-life

Miiiii a momenti me lo perdeeeevo!!!

Montalbano c’è!! 
Dal 2 Novembre quattro nuovi episodi:
10/11/2008 La pista di sabbia
17/11/2008 La luna di carta

One response so far

ott 24 2008

Vi capita mai di setirvi un po’ Mahna Mahna ?

Published by under e-life

Non so come mai ma ogni tanto la radio nel cervello si accende sola e inizia il tormentone:

Mahna Mahna (ba dee bedebe) mahna mahna (ba debe dee) mahna mahna (ba dee bedebe badebe badebe dee dee de-de de-de-de)

Immagine anteprima YouTube

The question is: who care?

Mahna Mahan (ba dee bedebe) mahna mahna……

Aggiunta del 1 Novembre

La prima versione di Mahna Mahna: 1969

Immagine anteprima YouTube

6 responses so far

ott 20 2008

Recesso: 14 giorni e senza raccomandata

Published by under e-commerce

La CE ha presentato un nuova proposta di legge per armonizzare le norme sull’e-commerce in amibito europeo.  Ad oggi ci sono 4 Direttive Comunitarie che, recepite dai singoli stati, hanno generato 27 norme nazionali.

Lo scopo della nuova direttiva è quello di mettere ordine e di eliminare le barriere allo shopping online dentro Unione Europea

CI sono diversi punti interessanti e nei prossimi giorni vedrò di trovare il tempo per esaminarli uno ad uno (qui o sul blog di AICEL.. vedremo)

Visto il recente lancio di SonoSicuro dove la fiducia è fondamentale, non posso che partire dal Diritto di Recesso (la possibilità da parte dall’acquisto on-line senza alcuna motivazione e senza alcuna penalità) che rappresenta senz’altro una garanzia ampia per il compratore.

Il Codice del Consumo ha recepito le direttive comunitarie e fissato il termine per far valere il diritto in 10 giorni (la norma comunitaria indicava un tempo non inferiore a 7 giorni). Il codice del Consumo disciplina anche la modalità per l’esercizio del diritto e richiede che il consumatore effettui una comunicazione scritta mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. (Il potrebbe anche non volere la raccomandata e accontentarsi di una mail o un fax).

Questo sistema, a tutela completa del consumatore, è macchinoso e molti negozi on-line, per ignoranza più che altro, riportano interamente la legge pretendendo così l’invio della raccomandata.

La nuova direttiva sui diritti dei consumatori, che dovrà essere approvata dal Parlamento europeo e dai governi dell’UE in sede di Consiglio dei ministri prima di entrare in vigore, modificherà sostanzialmente l’impianto normativo italiano: il termine per l’esercizio del diritto di recesso è uniformato in 14 giorni di calendario in tutti gli stati Europei ma sopratutto non sarà più richiesta alcuna comunicazione scritta mediante lettera raccomandata.

La norma introduce un modello standard di recesso di facile uso che potrà essere implementato negli e-store anche come semplice form da compilare. Un esempio:

———–

(da completare e spedire solo se desideri recedere dal contratto)

Destinatario: * Ragione Sociale e indirizzo del merchant *

Io sottoscritto vi informo che intendo recedere dal contratto di acquisto dei seguenti beni* / dalla fornitura dei seguenti servizi*: _____________

ordinati il* _______  / ricevuti il*  ________

Nome e Cognome consumatore: _________________

Indirizzo: _____________________________________

Data ______

Firma (solo se inviato in forma scritta): ___________________

* Cancellare la parte che non interessa

______________

Related Images:

3 responses so far

ott 19 2008

Webchising 5 mesi dopo: come va?

Published by under e-commerce

Il fatto che stia scrivendo questo post da Desenzano e non dai Caraibi la dice tutta.

Dopo 5 mesi di attività di vendita on-line, vediamo nel dettaglio come sta andando sui 2 negozi aperti grazie al webchising offerto da shop.it

Riassunto fatturato di wii.shop.it
Dall’apertura 0 ordini registrati, 0 confermati, 0 clienti, 0 prodotti venduti 

La merce consegnata del tuo negozio
Incasso Lordo (IVA inclusa): € 0,00
Fatturato (al netto dell’IVA): € 0,00
Calcolo delle tue commissioni lorde (10%): € 0,00
Trattenute fiscali sulle tue commissioni (23% su 78%): € 0,00
Le tue commissioni nette : € 0,00
Le vendite dei tuoi affiliati
Attualmente hai 0 affiliati attivi

Il Totale delle tue commissioni: € 0,0000
(ricorda che per ricevere l’accredito delle tue commissioni devi avere accumulato almeno 100 €; se invece vuoi utilizzare subito le tue commissioni per i tuoi acquisti converti le stesse in scontocliccando qui e selezionando l’apposito campo; potrai modificare questa opzione in ogni momento)

Riassunto fatturato di amazon.shop.it
Dall’apertura 10 ordini registrati, 8 confermati, 9 clienti, 21 prodotti venduti 

La merce consegnata del tuo negozio
Incasso Lordo (IVA inclusa): € 269,52
Fatturato (al netto dell’IVA): € 224,60
Calcolo delle tue commissioni lorde (10%): € 22,46
Trattenute fiscali sulle tue commissioni (23% su 78%): € 4,03
Le tue commissioni nette : € 18,43
Le vendite dei tuoi affiliati
Attualmente hai 0 affiliati attivi

Il Totale delle tue commissioni: € 18,4307
(ricorda che per ricevere l’accredito delle tue commissioni devi avere accumulato almeno 100 €; se invece vuoi utilizzare subito le tue commissioni per i tuoi acquisti converti le stesse in scontocliccando qui e selezionando l’apposito campo; potrai modificare questa opzione in ogni momento)

In totale i miei negozi hanno fatturato 269,52 Euro che mi hanno permesso di guadagnare 18,43 Euro.
(uno stipendio netto di quasi 4 Euro al mese). 

Related Images:

12 responses so far

ott 14 2008

Appunti di Viaggio: il mio Tumblr personale

Published by under e-life

Fino a poco tempo fa ne sapevo poco o nulla dei Tumblelog ma c’è davvero voluto nulla perchè non potessi più farne a meno.  
I tumblelog dovrebbero essere usati per condividere creazioni, scoperte, esperienze… il mio è diverso! 
Uso il tlog (wow vista la padronanza dei termini?!?) come ‘block-notes’: prendo nota di un link, di una notizia, di una foto.. di qualunque cosa incontrata nei miei viaggi on-line che abbia destato il mio interesse. 
Ne faccio un uso un po’ distorto, più come ‘appunti’ dei miei viaggi in rete che come momento di condivisione.

Affidandomi all’esperienza dei blogger col badge viola, ho schelto Tumblr (alla fine si è rivelato davvero facile e pratico). Mi è bastato creare il mio account su Tumblr (20 secondi), ‘draggare’ il bottone ‘Share on Tumblr’ sullla barra del mio browser et voilà: les jeux sont faits!

Qualche giorno fa leggo una tumblerata di qualcuno su Friendfeed e mi balza all’occhio la frase “ho fatto il mio tumblr”. Rapida googlelata e capito sul sito del buon badge viola Beggi!  

Seguite le istruzioni di Andrea passo passo….  adesso ho Appunti di Viaggio 
Se vuoi seguire anche le mie tumblerate lo puoi fare col Feed RSS (a tuo rischio e pericolo, i miei sono appunti di viaggio!)

One response so far

ott 14 2008

SonoSicuro: il concetto di certificazione piace

Published by under e-commerce

Ero sicuro e SonoSicuro: con il certificato creato da AICEL possiamo fare la differenza e finalmente eliminare i falsi demoni che aleggiano sull’e-commerce

Il Certificato SonoSicuro piace ai merchant e piace ai media. I primi lo dimostrano aggiornando i loro e-shop inserendo il certificato dinamico e lanciando comunicati stampa, i secondi lo fanno dando spazio all’iniziativa, contattando l’associazione e pubblicando articoli.

Piace molto il concetto di ‘Certificato Dinamico’, ovvero la possibilità di verificare in ogni momento lo stato della certificazione. Il logo del certificato è infatti generato direttamente dal server di SonoSicuro ed è personalizzato per ogni negozio: oltre al logo di SonoSicuro è presente il numero del certificato.
Ogni certificato quindi può essere usato solo dal negozio proprietario e appare solo sull’URL registrata in fase di certificazione. (se utilizzato su un’URL diversa, genera un errore).

Il consumatore vede il certificato solo se esiste e se pubblicato sul sito corretto. Lo vede solo se il negozio è ‘sicuro’. Può inoltre verificare con un semplice click lo stato del negozio e la sua scheda anagrafica e i dettagli del certificato direttamente sul server di AICEL.

Ieri SonoSicuro ha trovato spazio anche sul portale de IlSole24Ore

SonoSicuro che la certificazione AICEL piacerà anche ai Consumatori e farà avvicinare all’e-commerce la fascia di popolazione di non acquirenti che ancora non si fida

Related Images:

No responses yet

ott 13 2008

I love Internet, e tu?

Published by under e-life

Autunno, tempo di memes!

Questa è la volta di I Love Internet: ci si scatta una foto o un video con un cartello con su scritto “I love Internet” (se volete lo scaricate qui) e la si carica online. Il tag da usare è iloveinternet.

L’obbiettivo è raccogliere 100.000 foto entro fine 2009. 

Io ho la fortuna di aver fatto la foto con il ‘cartello originale’ in occasione del mio intervento a codice internet:

 

I love internet, e tu?

Alessio?  Sèvero? Andrea? Luca? Daniel? David? Stefano? Luigina? Roberto?

Related Images:

8 responses so far

ott 12 2008

Brunetta: ma cosa dici? così è il suicidio dell’Italia

Published by under e-politica

Massimo Mantellini ha appena pubblicato un post sul Ministro Brunetta e La Fuga del (suo?!?) Cervello.
Riporta un ariticolo dove il Ministro (più amato dagli italiani) sostiene che i 2636 ricercatori in esubero  

non sarano a spasso, si cercheranno qualcos’altro da fare. Altri progetti, altre esperienze, magari in giro per il mondo. Siamo chiari, la ricerca e’ questa. I ricercatori sono un po’ capitani di ventura, stabilizzarli e’ un farli morire

Ma che dice il Ministro? Semmai è vero il contrario. I ricercatori non sono capitani di ventura, non sono imprenditori in cerca di profitti. Sono persone che hanno deciso di dedicare la loro vita allo studio e alla sperimentazione sapendo che la maggior parte delle volte non rimarrà loro neanche la gloria.

Per poter usare al meglio le loro capacità e mettere il ‘cervello’ a disposizione delle comunità hanno bisogno di una certa tranquillità economica, di continuità e di stabilità. 

Ci sono settori dove la ricerca è abbondamente finanziata dai privati, ma altri dove senza l’intervento statale non ci sarebbe ricerca.

Una azienda che non investe in ricerca e sviluppo è destinata a morire. Uno Stato che non investe nella ricerca e che permette la fuga dei cervelli che fine farà?

E pensare che Brunetta mi era simpatico…….

8 responses so far

Next »

Get Adobe Flash player